David Lewis: Una vita per il design

Il 9 Novembre 2011 è stata annnunciata la morte del designer inglese David Lewis, che nel corso di quasi mezzo secolo ha dato vita e forma a centinaia di prodotti dei marchi più iconici di elettronica di consumo.
David Lewis non era solo uno dei maggiori Industrial Design del XX Secolo, era il chief designer di Bang&Olufsen.

 

Una vita dedicata al design:

 

Nato a Londra nel 1939, David Lewis ha studiato alla Central School of Art dal 1957 al 1960. Nella metà degli anni '60 la svolta che cambia la sua vita: si trasferisce in Danimarca e inizia a lavorare come designer freelance per conto dei due designer storici di Bang&Olufsen: Jacob Jensen e Henning Moldenhawer. Mai David Lewis si sarebbe sognato in quegli anni cosa sarebbe diventato e cosa avrebbe rappresentato per Bang&Olufsen. Con loro nei primi anni '70 si è avvicinato per la prima volta alla progettazione di prodotti per Bang&Olufsen.

 

Nei suoi molti anni di lavoro con Bang & Olufsen, tra cui tre decenni come capo progettista della società, Lewis è stato responsabile per la progettazione di molti dei suoi prodotti più noti. La sua mente ha creato ciò che non c'era e che rimarrò per sempre nelal storia: dai sistemi di altoparlanti e ai televisori e telefoni. Tra i molti altri disegni possiamo citare alcuni veri masterpiece: il multilettore CD poi diventato il simbolo di Bang&Olufsen Beosound 9000, le porte scorrevoli ("magic doors") del Beosystem 2500, che si aprono al semplice passaggio della mano, le Beolab 5, con le loro lenti acustiche impilate, e il sinuoso Beocom 2 telefono cordless entrato nella leggenda e nell'immaginario collettivo. E l'attenzione al dettaglio di questi prodotti è incredibile: possimo citare la ricerca di una suoneria unica, esclusiva e non modificabile per il Beocom 2 composta dal compositore danese Kenneth Knudsen, ispirato al suono della fusione di alluminio prima utilizzata per il suo corpo viene lasciato cadere su una superficie dura. Tanti e di prestigio e rilievo assoluto sono i premi e i riconoscimenti ricevuti per i prodotti creati per Bang&Olufsen come solo i più grandi (Basti citare Mies van de Rohle o Le Courbusier) hanno ricevuto.

nel 1986 la serie di televisori MX vince l'ID Prize (Danish design Award).

Nel 1991 il Beosound Ouverture vince l'IF Prize (Internationl Forum Design Hannover), il più prestigioso riconoscimnto di design internazionale e il videoregistratore VX 5000 entra nella permanente del M.O.M.A.

Nel 1992 è un anno magico per David Lewis: il subwoofer CONA viene inserito nell'esposizione permanente del M.O.M.A. di New York, nello stesso anno le Beolab 6000 vincono l'IF Prize bissando il successo dell'anno precedente (Unica volta in assoluto nella storia dell'IF Prize) e vengono anch'esse inserite nell'esposizione permanente del M.O.M.A e ancora le Beolab 8000 vincono l'Industrial Design Magazine Prize.

Il 1993 si apre con il riconoscimento del Good Design Japan (Il massimo riconoscimento in Giappone) per la Beolab 3500, battezzata allora come LCS 9000.

Nel 1994 vince l'ID Prize con il Beosound Century e il Good Design Japan con il Beo4.

Nel 1996 il Beosound 9000 vince anch'esso il Good Design Japan.

Nel 1998 David Lewis vince per la quarta volta il Good Design Japan e per al terza volta l'IF prize con le Beolab 4000, prodotto con più riconoscimenti internazionali della produzione Bang&Olufsen.

Nel 2003 vince il Design for Asia Award con il telefono Beocom 2.

Nel 2001 è stato insignito del titolo di Royal Designer for Industry dalla Royal Society per lo sviluppo delle Arti, Manifatture e Commercio, da aggiungere ai molti premi danesi e internazionali e riconoscimenti che ha ricevuto durante la sua carriera. Questi includono premio annuale del Danish Design del Consiglio nel 2003, e il titolo di Cavaliere dell'Ordine del Danneborg, un onore conferito personalmente dalla Regina di Danimarca a coloro che hanno dato un contributo speciale per gli interessi danesi. Parlando del suo onore britannico, Lewis ha detto che 'Avendo vissuto più di 35 anni in Danimarca, si tratta di un riconoscimento da parte della Royal Society che io sono orgoglioso di ricevere.'

Lewis ha portato avanti e sviluppato il lavoro di progettisti iniziali come Jensen, leader designer Bang & Olufsen a partire dall'età di finiture in legno e scatole nere, sino ad arrivare allo stile attuale di vetro, alluminio e finiture anodizzate di altissima, anzi innarrivabile, qualità. David a tal proposito ha detto in un'intervista: 'La nostra gamma di diffusori Beolab è una rivolta contro l'indifferenza e le pesanti casse di legno che canticchiano negli angoli delle nostre case, dettando gli arredi e il modo in cui viviamo,' inoltre ha aggiunto che voleva progettare televisori in grado di svanire quando non in uso. Lewis ha preferito disegnare a mano invece di usare i computer e ha esteso la sua avversione per i gadget e la preferenza per la pulizia, il design semplice e funzionale. " La gente è stati indotta a credere che l'alta qualità è sinonimo di gadget e complessità", ha detto, "Io credo che meno si complicano le cose le persone le troveranno più interessanti". Pulire e semplificare il caos tecnologico. Torniamo alle idee originali. Facciamolo come Bang & Olufsen. Anche se le sue creazioni più note portano il marchio B & O, Lewis ha anche progettato per altre aziende tra cui Electrolux e Asus: il suo pensiero è chiaro nello stile del computer Asus NX90 multimediale e nel WX-DL Asus. Da citare anche la collaborazione con un grand emarchio italiano di aspiratori per cucina: Elica.

Scrivendo a nome dei suoi colleghi della David Lewis Designers Studio, Torsten Valeur ha detto: "Dopo un breve periodo di malattia, David Lewis è spento serenamente l'8 novembre, circondato dalla sua famiglia. La sua mente era così fresco e pieno di gioia di tutto quello che stava facendo, quindi è impossibile per noi comprendere e accettare il fatto che lui è improvvisamente scomparso. David era l'anima dello studio e lo è ancora. Era sempre molto coinvolto nei nostri progetti con la sua naturale frizzante creatività e dinamismo. Poteva girare le cose a testa in giù e ad inseguire il soluzione ancora invisibile. Non ha mai chiesto "perché", ma sempre "perché no". '

 

I prodotti disegnati per Bang&Olufsen:

 

Televisori:

 

- 1970-73 Beovision 600 (con Henning Moldenhawer)

- 1986-96 Beovision LX 2800

- 1985 Beovision MX

- 1992-98 Beovision AV 9000

- 1995 Beovision Avant

- 1997 Beocenter AV5

- 1999 Beovision 1 e Beocenter 1

- 2002 Beovision 5

- 2003 Beovision e Beocenter 6

- 2004 Beovision 4

- 2005 Beovision 7

- 2007 Beovision 8

- 2007 Beovision 9

- 2009 Beovision 4-103"

- 2009 Beovision 10

- 2012 Beovision 12 (Postumo)

 

Speakers:

 

- 1985-97 Beovox Red Line

- 1992 Beovox Cona

- 1992 Beolab 6000

- 1992 Beolab 8000

- 1993 LCS9000/Beolab 3500

- 1997 Beolab 4000

- 1999 Beolab 1

- 2000 Beolab 2

- 2003 Beolab 5

- 2004 Beolab 3

- 2005 Beolab 4

- 2007 Beolab 9

- 2010 Beolab 11

- 2012 Beolab 12 (Postumo)

 

Telefoni:

 

- 2000 Beocom 2

- 2006 Beocom Serene

- 2007 Beocom Serenata

- 2009 Beocom 5

 

Impianti audio:

 

- 1967 Beolab 5000 (con Jacob Jensens)

- 1969 Beomaster 3000 (con Jacob Jensens)

- 1983 Beocenter 2200

- 1991 Beosystem 2500

- 1991 Beosound Ouverture

- 1996 Beosound 9000

- 2001 Beosound 1

- 2001 Beosound 2

- 2004 Beocenter 2

- 2006 Beosound 3

- 2010 Beosound 8

 

Accessori:

 

- 1967 Beolab 5000 (con Jacob Jensens)

- 1969 Beomaster 3000 (con Jacob Jensens)

- 1983 Beocenter 2200

- 1991 Beosystem 2500

- 1991 Beosound Ouverture

- 1996 Beosound 9000

- 2001 Beosound 1

- 2001 Beosound 2

- 2004 Beocenter 2

- 2006 Beosound 3

- 2010 Beosound 8